English French German Spain Italian Dutch Russian Portuguese Japanese Korean Arabic Chinese Simplified

jueves, 8 de diciembre de 2011

LA CHIAMATA


LA CHIAMATA

Le responsabilità che comporta la CHIAMATA, sono cariche di strema gravità.

Essere attenti!
I rimproveri saranno pesanti, e non vi saranno condonati.

Vi acconsigliamo, di essere pienamente coscienti del Dono che l’Altissimo vi ha concesso, e di perseverare con fortalezza Spirituale, se è che volete, veramente, sedervi al Suo fianco, e godere con Egli dell’elezione che la Sua Gloria darà a gli eredi del Suo Celeste Regno.
Le prove saranno sempre più pesanti, e la felicità dello Spirito più grande.
Questa verità vi è stato rivelata, perche la vostra conoscenza sia indestruttibile e la vostra fede salda.

La CHIAMATA, fratelli e sorelle, vuole significare il vostro “Sì” al Signore, la vostra completa disponibilità di amarlo e servirlo, senza limiti e senza condizioni.
Non aspettare toleranza alcuna per gli errori che avete commesso, per una maggiore conoscenza e maturità. Il periodo concesso stà per finire, perche il tempo del Signore arriva.

Colui che ha raccolto che conserve, gelosamente, tutto ciò raccolto, per il Bene della propria Anima, perche non vi sarà concesso altro tempo, nè se apriranno nuovi sentieri.

Essere attenti e tenete sempre fortificato lo Spirito.
Molte cose mutaranno, non abbiate timore e non lasciarvi disuadere.
La Luce è in voi e con voi.

Pace.

 EL CONSOLADOR.
 Nicolosi, Eugenio Siragusa







Consultas, preguntas, comentarios dirigirse a:       antoniopastor555@gmail.com


trucos blogger

domingo, 4 de diciembre de 2011

Sono tanti i lupi con pelle di agnello.



ATTENTI! ATTENTI!

Sono tanti i lupi con pelle di agnello.
Essere vigili e astuti se non volete cadere nel suo diavolico inganno.
La violenza mentale, è peggio ancora che la violenza fisica, e l’arte di questa sottile e penetrante forza condizionante diventa sempre più difficile di controlare se non siete fortificati nello Spirito.

Essere attenti e rimanere sordi al richiamo dei Partigiani della Bestia che ruggisce e chiede sangue, disamore, odio e violenza distruttiva.

Avere Luce di Discernimento, a fine che possiate siparare il Male del Bene, l’Odio dell’Amore, la Ingiustizia della Giustizia, la Guerra della Pace.
La GRANDE BATAGLIA del Bene contro il Male, della Luce contro le Tenebre, è in corso.
È vero che non potete evitare di essere continuamente provati dal Maligno, ma se siete uniti ed Spiritualmente fortificati, Coscienti nella Verità che vi è stata rivelata per essere Servitori della LUCE CRISTICA, il Maligno nulla potrà fare contro di voi.

La nostra vigilanza sia il vostro consuolo, e la vostra fede il richiamo perenne della Luce Redentrice di COLUI che vi ama e vi sollieva nel Suo Divino Amore.

ESSERE ATTENTI!

Pace.

Il Consolatore
Eugenio Siragusa

Nicolosi,  1975

trucos blogger

"Confida nel Signore, agisci bene, abita la terra, vivi tranquillo.


Confida nel Signore

"Confida nel Signore, agisci bene, abita la terra, vivi tranquillo. Poni nel Signore la tua allegrezza.
Egli soddisferà i desideri del tuo cuore". È stato scritto.

Non aver timore e predisponi l'anima tua al superamento delle difficoltà e della paura. Sii coraggioso e perseverante nella Fede, perché, in verità, ti dico: chi è figlio di Dio è pienamente cosciente delle sue Leggi, non può non essere forte né può essere incapace di Vivificare lo Spirito.

È vero che la carne è debole, ma è vero pure che lo spirito risvegliato è nelle Grazie di colui che concede quanto è necessario, affinché lo spirito governi ed educhi la debolezza della carne e di quanto essa ti propone, per indebolire la luce che vivifica di equilibrio il tuo esistere nel mondo.

Confida nel Signore e abbandona le catene che ti legano sempre più alle cose mortale e mutevoli.
La paura è figlia della dissuasione e generatrice di debolezze.

Comprendete quanto vi dico, perché siate consapevoli, forti, coraggiosi e fedeli.

Pace.

Il Consolatore
Nicolosi, Eugenio Siragusa
trucos blogger

Credete che le parole bastino?


Credete che le parole bastino?

Avete parlato molto, ma che cosa avete costruito? 

Credete che le parole bastino?

Credete che i discorsi senza le Opere, servono a smuovere i macigni di una montagna?

Avete mai pensato di dare voi stessi senza limiti, riserve o condizioni?

Un buon albero che si adorna di magnificenza e non da frutti, non è un buon albero.
Il frutto è l'opera che fa trasudare sangue, che frustra la debolezza della carne, che vi propone sacrifici e rinunce, che vi slega dagli affetti più cari, che vi impone di piegare le schiene e sopportare lo scherno, la derisione, le vituperazioni e quant'altro crocifigge moralmente.

Cosa avete imparato per credervi pronti a insegnare?

Quali sacrifici avete offerto al Signore per sentirvi cosi grandi?

Voi credete di essere più degli altri solo perché gli Angeli del Signore vi hanno segnati.

Attenti, fratelli e sorelle, lo Spirito di Verità non è il vento, ma la causa del vento.

Cosa eravate prima che lo Spirito di Verità muovesse il vento del risveglio?
Imparate ad essere umili e puri di cuore perché è vero che il Signore conosce nel vostro segreto.
Dio non ama sentir molte parole. Dio ama chi è capace di consumare la propria carne, servendolo con coraggio e senza la paura di perdere quanto possiede nel mondo.
Sperare nel Signore, esponendo il corpo e l'anima per la gloria di Dio. Questo conta.

Giobbe disse: "purtroppo i piaceri malvagi vincono l'anima schiava del mondo la quale stima delizia lo stare fra le ortiche".

Guardatevi, fratelli e sorelle, guardatevi dalle qualità peculiari del tentatore.

Abbiate la pace di Cristo nei vostri cuori.

II Consolatore
Nicolosi, Eugenio Siragusa
trucos blogger

I Quattro Cavalieri dell'Apocalisse





I Quattro Cavalieri dell'Apocalisse

Tutti e quattro hanno la faccia di uomini. Il primo porta nelle sue mani la coppa del fuoco; il secondo quella dell'acqua; il terzo la coppa dell'aria; e il quarto quella della terra.

Essi sono i percuotitori, gli esecutori della suprema volontà dell'altissimo. Essi sono sulla Terra e la loro potenza è grande. Il loro simbolo è la morte. Che significa rinascita e mezzo di purificazione.
Beati coloro che si saranno ravveduti e risvegliati, perché è vero che non saranno percossi né avranno timore alcuno dei cavalieri dell'apocalisse.

Ma per coloro che non vorranno ravvedersi né vorranno risvegliarsi nella verità, questi dovranno temere, perché la giustizia santa contenuta nelle coppe dei cavalieri è ira santa dell'Altissimo Iddio.

Il Consolatore
Nicolosi, Eugenio Siragusa
trucos blogger

Luca, 6/24-25: "...ma, guai a voi..."


I Tempi profetizzati sono venuti

Luca, 6/24-25: "...ma, guai a voi..." Leggete e meditate!

Perché? Perché volete fare cordoglio e piangere?

Ciò che di più avete, mettetelo a profitto per il Bene del prossimo, di coloro che nulla hanno. Se fate questo, guadagnerete Indulgenza e Magnanimità dal Padre.

I Tempi profetizzati sono venuti e i guai sono già evidenti, perché possiate seriamente meditare e dedurre.

Ognuno abbia il suo pane e il suo pesce. Nessuno sia privo del necessario e nessuno accumuli il superfluo. Coloro che si servono della ricchezza per spogliare dalla propria dignità morale, spirituale e materiale il prossimo povero, ma speranzoso nella Giustizia Divina, non possono sfuggire dalla tigna che tutto divora, né possono evitare che i servi li assalgano alla gola. Per costoro i guai saranno la loro consolazione.

La progenie di Ismailia, figlio della schiava, prende per la gola il padrone. Ma se il padrone che possiede molti pani e molti pesci si ravvederà cedendo il superfluo ai servi che nulla hanno, egli sarà amato e stimato e nulla avrà da temere né farà cordogli, né piangerà.

Ciò che io vi rammemoro l'ha insegnato il Maestro dell'Amore: Gesù Cristo. 
Egli, in verità, mise in evidenza una politica economica Universale evoluta e capace di suscitare il profondo senso della Giustizia del Supremo Iddio.

Sino a quando non avrete messo in pratica questo Luminoso e Divino Insegnamento, avrete sempre da tribolare, e anche se siete ripieni, avrete fame e se ora ridete, piangerete.

I guai non sono evidenti? Che cosa aspettate a mettere in pratica la Legge della Verità?

Ricordatevi:" Siete tutti fratelli e sorelle". A voi la scelta.

Questo tempo è il tempo del Signore, il tempo della sua Eccelsa Gloria nel Mondo. 

Meditate!

Il Consolatore
Nicolosi, Eugenio Siragusa
trucos blogger

La Pazienza e l'Umiltà sono le Vie Maestre che conducono verso la Fortezza Spirituale.


La Pazienza e l'Umiltà

"Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi" (Giovanni 15,9).

Il Maestro disse ai suoi diletti discepoli che non li avrebbe mandati a godimenti terreni, ma a battaglie durissime; non a onori ma a disprezzi; non a vita oziosa ma a fatiche; non al riposo ma a produrre frutti abbondanti con la Pazienza.

La Pazienza e l'Umiltà sono le Vie Maestre che conducono verso la Fortezza Spirituale. Solo quando avrete raggiunto questa Radiosa Meta sentirete palpitare nei vostri cuori il palpito possente di Dio.

Il coraggio che il Padre Glorioso vi concede è in perfetta sintonia con la Fede che possedete per il superamento delle debolezze che vi rendono incapaci e paurosi.
"Uomini di poca fede", uomini a cui manca la volontà di attirare su di se la Grazia del Signore.
Uomini tiepidi, privi di forza, di quella forza che arde lo spirito e il cuore di ardente passione, come quella che ebbe il Maestro per poter percorrere la via trionfale della Divinità.

Se vi farete cogliere dal sonno, sarete perduti.

"Resta con noi, Signore, perché si fa sera" ma il Signore non restò; andò via affinché, da soli, superassero le difficoltà nascenti nel buio dei loro giorni e, con la Fede, rinascessero sicuri e fortificati nello Spirito, consapevoli della Verità che illumina l'Eternità e l'Immortalità.

La vostra tiepidezza nasce dalla paura di non essere sorretti, tutelati sollevati dalle difficoltà che la vostra pallida fede non riesce a togliervi.

Per questo motivo rimarrete nel buio dei vostri giorni perché possiate rigenerarvi di Fede, di coraggio e fortificati nello Spirito.

Pace.

Il Consolatore
Nicolosi, Eugenio Siragusa
trucos blogger